Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ciclo Storia e Opera - Grandi donne della Storia: Lucrezia Borgia (1833) di Gaetano Donizetti; Maria Stuarda (1834) di Gaetano Donizetti; Giovanna d’Arco (1845) di Giuseppe Verdi

Data:

24/07/2018


Ciclo Storia e Opera - Grandi donne della Storia: Lucrezia Borgia (1833) di Gaetano Donizetti; Maria Stuarda (1834) di Gaetano Donizetti; Giovanna d’Arco (1845) di Giuseppe Verdi

A cura della prof.ssa Nora Sforza

Nell’Ottocento, la storia medievale e quella della prima modernità classica furono riformulate in chiave “contemporanea”. Le grandi donne della storia - regine, principesse, guerriere, sante - non restarono fuori da queste revisioni. In questo incontro proveremo a riscoprire la vera storia di Lucrezia Borgia, Maria Stuarda e Giovanna d’Arco, nascoste nelle ricreazioni melodrammatiche del secolo XIX.

 

Nora Sforza ha ottenuto il suo dottorato di ricerca in Lettere Moderne presso la Facoltà di Filosofia e Lettere dell’Università di Buenos Aires. Professoressa di Letteratura Italiana e di Letteratura Europea del Rinascimento presso la stessa Facoltà e di Storia della Civiltà Italiana presso il “Profesorado Joaquín V. González”, è stata anche docente presso le Università di Mar del Plata, di Córdoba, di Tucumán e del Museo Sociale Argentino, fra altre istituzioni.

Presidente dell’Associazione di Docenti e Ricercatori in Lingua e Letteratura Italiane (ADILLI) è specialista in teatro del Rinascimento italiano e in temi di Italianistica, nonché membro di diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali. I suoi saggi Teatro y poder en el Renacimiento italiano 1480-1542. Entre la corte y la república e Angelo Beolco (Ruzante). Un dramaturgo provocador en la Italia del Renacimiento hanno ricevuto vari premi, fra cui il “Premio Teatro del Mundo dell’Università di Buenos Aires” (2008/2013 rispettivamente nella categoria “Saggistica”).

Nella sua produzione spicca, - insieme a molti articoli in libri e riviste scientifiche in Argentina, Uruguay, Messico, Spagna e Italia- il suo lavoro nel campo della traduzione letteraria, avendo tradotto Ariosto, Machiavelli, Ruzante, Andreini, Speroni e Pirandello, fra gli altri. In questo momento sta portando a termine la sua edizione di una commedia di Gianlorenzo Bernini e un saggio sulla figura dell’attrice, impresaria e commediografa padovana Isabella Canali Andreini (1562-1604). Come codirettrice della Collezione di Classici Italiani di “Colihue clásica” prepara l’edizione in spagnolo di una serie di opere di Vittorio Alfieri.

Ingresso gratuito previa registrazione obbligatoria al seguente link

Prenota il tuo posto

 

Informazioni

Data: Mar 24 Lug 2018

Orario: Alle 18:30

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Salone Benedetto Croce

1938