Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Settimana della lingua italiana. La dolce Guitar. Concerto del M° Gian Marco Ciampa

Data:

18/10/2018


Settimana della lingua italiana. La dolce Guitar. Concerto del M° Gian Marco Ciampa

Nell’ambito del Ciclo Vivacissimo Classica, l’Istituto Italiano di Cultura presenta il concerto “La dolce Guitar” del giovane Mº Gian Marco Ciampa, con un intenso programma totalmente dedicato ad autori per chitarra che sono stati interpreti della loro epoca, sintetizzando nella loro scrittura culture e stili diversi.

Il programma raccoglie tutte le molteplici sfaccettature dello strumento, partendo dalla musica rinascimentale per liuto fino ad arrivare al XXI secolo, con le sue sperimentazioni e nuove sonorità.

Il programma si apre con una delle "Fantasie" più conosciute di John Dowland, liutista inglese dal carattere malinconico del periodo Rinascimentale e subito dopo per contrasto con il brillante Giulio Regondi, grande virtuoso del periodo romantico, bambino prodigio e raffinatissimo compositore dalle grandi abilità tecniche.

Si prosegue con la “Passacaille” di Alexander Tansman, compositore di origini polacche costretto all’esilio durante la seconda guerra mondiale e famosissimo tra tutti i suoi contemporanei per le sue composizioni, intensissimo brano di ispirazione barocca ritrovato postumo alla sua morte e per questo attualmente ancora poco eseguito.

Si arriva a Francisco Tarrega che con la sua “Fantasia” rappresenta perfettamente il mix tra la cultura italiana e quella spagnola: in quest’opera, dove si susseguono i temi più celebri de “La Traviata” famosissima opera del grande Giuseppe Verdi, la chitarra spagnola viene messa al servizio dell’opera Lirica italiana donandole un carattere ed un’espressività del tutto nuova.

Il celebre “Capriccio Diabolico” di Mario Castelnuovo Tedesco è un omaggio a Niccoló Paganini caratterizzato dal grande virtuosismo tecnico e allo stesso tempo da un forte lirismo. Il brano assume ancora di più importanza poiché fu richiesto dal Maestro Andres Segovia in persona.

Il concerto si conclude con la "Sonata" del 1990 del compositore Leo Brouwer: il minimalismo e lo stile contemporaneo perfettamente si sposano con le sonorità cubane in quest’opera di grande efficacia compositiva e strumentale.

Gian Marco Ciampa e' un giovane chitarrista italiano. Seguendo una passione nata in tenera eta', ha terminato con ottimi voti gli studi presso il Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma, sotto la guida di insegnanti di spicco come Bruno Battisti d’Amario, Fabrizio Verile, Fernando Lepri e Celestino Dionisi. Fin da giovane si e' esibito durante importanti eventi e festival italiani e internazionali e ha partecipato in varie competizione musicali, ricevendo premi prestigiosi. Fra i piu' recenti, ricordiamo il Concorso internazionale “Niccolò Paganini” nel 2012, il Concorso Europeo di chitarra classica "Enrico Mercatali" nel 2013 e l'International Competition "Michele Pittaluga" nel 2014, concorso nel quale viene premiato con la “Chitarra d’oro" come miglior giovane talento. Nello stesso anno ha avuto l'occasione di esibirsi presso la famosa New York Classical Guitar Society al Teatro Manhattan di New York e nel 2015 e' volato in Cina per un tour. Nel 2016 ha ottenuto un grande successo con un tour di oltre 40 concerti in Australia, Germania, Danimarca, Olanda, Croazia e Italia.

Ingresso gratuito previa registrazione obbligatoria al seguente link:

https://www.eventbrite.com.ar/e/ciclo-vivacissimo-concerto-la-dolce-guitar-gian-marco-ciampa-tickets-50691374265

Informazioni

Data: Gio 18 Ott 2018

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Salone Benedetto Croce

1991