Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Esame per il riconoscimento della cittadinanza italiana

 

Esame per il riconoscimento della cittadinanza italiana

Nuove norme in materia di cittadinanza, con riguardo alla naturalizzazione per matrimonio con cittadino italiano

In data 4 dicembre 2018 è stato introdotto l'art. 9.1 alla Legge n. 91 del 5 febbraio 1992, che regola le modalità di acquisizione della cittadinanza italiana.
Il nuovo articolo prevede il possesso di un'adeguata conoscenza della lingua italiana, non inferiore al livello B1 del Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue, quale condizione per il riconoscimento della cittadinanza ai sensi dei seguenti articoli della suddetta legge: art. 5, naturalizzazione per matrimonio con cittadino italiano e art. 9, concessione della cittadinanza con decreto del Presidente della Repubblica.

Per dimostrare il requisito della conoscenza dell'italiano, il candidato dovrà allegare all'istanza di naturalizzazione uno dei serguenti titoli:
• Un titolo di studio rilasciato da un istituto italiano di istruzione pubblico o da un istituto paritario;
• Una certificazione di livello B1 (o superiore) del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER) rilasciata da parte di uno dei Centri di certificazione riconosciuti dal Ministero degli Afarri Esteri e della Cooperazione Internazionale.

I Centri di Certificazione sono i seguenti:

  • L'Università per Stranieri di Siena che rilascia la Certificazione CILS
  • L'Università per Stranieri di Perugia, che rilascia la Certificazione CELI
  • L'Università di Roma Tre, che rilascia la Certificazionei IT
  • La Società Dante Alighieri di Roma, che gestisce la Certificazione PLIDA

SOLO LE CERTIFICAZIONI CILS, CELI, IT E PLIDA SONO VALIDE ALLO SCOPO DI OTTENERE LA CITTADINANZA ITALIANA PER MATRIMONIO.

 

L'Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires è sede ogni anno degli esami CILS (Università per Stranieri di Siena) e degli esami CELI (Università per Stranieri di Perugia).

Per arrivare a possedere il livello di conoscenza della lingua italiana adeguato per poter superare l'esame di certificato B1 di lingua italiana possono essere necessari diversi mesi di studio. Il nostro Istituto Italiano di Cultura, Ufficio Culturale dell'Ambasciata d'Italia, non solo organizza corsi d'italiano seguendo le indicazioni del Quadro Europeo di Riferimento per l'insegnamento delle lingue europee bensí anche dei corsi specifici di preparazione solo all'esame CILS.

Le date d’esame sono determinate dalle relative Università negli stessi periodi dell'anno, la correzione degli esami da parte delle Università richiede fino a 2 mesi per il CILS e tre mesi per il CELI e l’invio del certificato avviene entro il mese successivo.

Per verificare i risultati del CILS è sufficiente collegarsi al sito dall’Università per Stranieri di Siena, inserire il numero di matricola ricevuto il giorno dell’esame e la data di nascita. In attesa del certificato originale, è possibile scaricare dalla stessa pagina un certificato provvisorio (“Riepilogo”).

Non appena il certificato sarà pervenuto al nostro Istitituto, avviseremo per email ciascuno dei partecipanti che potrà passare a ritirarlo. Il titolare del certificato, con apposita autorizzazione scritta, può delegare una persona di fiducia a ritirarlo. 
Questo Istituto non provvederà in nessun caso a spedire i certificati per posta, dovuto al fatto che, in precedenti casi di mancata consegna, le università hanno richiesto prove giustificative prima di procedere ad inviare nuovamente questo tipo di documentazione pubblica. 

I certificati di lingua non hanno scadenza.

VEDI DATE in questo link

COME SONO GLI ESAMI CILS

GLI ESAMI SONO ESCLUSIVAMENTE PRESENZIALI. Il candidato che non avesse la possibilità, per gravi motivi di salute o di lavoro, di partecipare ad una sessione d’esame cui è iscritto, dovrà inviare all’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires un documento utile per giustificare l’assenza (certificato medico, dichiarazione del datore di lavoro, ecc.). In questo caso il candidato non ha diritto al rimborso delle tasse versate, ma ha un anno di tempo per iscriversi ad una nuova sessione d’esame, con un contributo supplementare.

Ogni esame propone compiti che si riferiscono a situazioni di vita reale per valutare la capacità del candidato di usare la lingua in diversi contesti di interazione comunicativa.

Le prove misurano tutte le abilità linguistiche e comunicative:

  1. l'ascolto,
  2. la comprensione della lettura,
  3. la produzione scritta,
  4. la produzione orale,
  5. la capacità di gestire le strutture della comunicazione in italiano.

CARATTERISTICHE DEGLI ESAMI CILS

Punteggi per superare l'esame

Il punteggio complessivo è di 100 punti. Ogni abilità ottiene un punteggio autonomo (variabile da 0 a 20).
Per conseguire la certificazione CILS è necessario raggiungere la soglia di sufficienza in ognuna delle abilità di cui si compone l'esame.

Ai candidati che non ottengono la sufficienza in tutte le abilità viene rilasciato un attestato di capitalizzazione, nel quale sono indicate le abilità superate e quelle non superate. In quest'ultimo caso il candidato dispone di 18 mesi per preparasi adeguatamente per recuperare le abilità insufficienti, pagando sul momento solo le tasse relative ad esse.

Come si svolge l'esame

Il Centro CILS invia alla sede i materiali per gli esami.
Il giorno degli esami i candidati vengono identificati personalmente: ognuno di loro deve presentarsi agli esami con un documento di identità e deve apporre la sua firma nel foglio delle presenze.

Dopo il riconoscimento, i candidati sono inviati ai loro posti, collocati in maniera tale da evitare che possano copiare le prove (eventuali casi di copia degli esami provoca l’annullamento degli stessi) e a ciascuno vengono consegnati i materiali per svolgere le prove.
Gli esami CILS cominciano con le prove di ascolto, utilizzando PC muniti di apparati audio. Dopo l’ascolto del testo, i candidati passano allo svolgimento delle prove, mettendo le loro risposte sul foglio delle risposte.
I candidati devono scrivere solo con una penna nera.
Dopo le prove di ascolto, si passa a quelle di lettura, e successivamente alle prove di riflessione sulle strutture della comunicazione: il candidato legge gli input e poi svolge le consegne, sempre utilizzando il foglio delle risposte.
Dopo una breve pausa, il candidato svolge le prove di produzione scritta, utilizzando, per scrivere, i fogli che gli sono stati forniti.
La durata complessiva del livello B1 è di 3h 45’ circa.

Di solito, nel pomeriggio dello stesso giorno, si tengono (o iniziano a tenersi, a seconda del numero dei candidati) le prove orali, consistenti in due prove: un colloquio fra il candidato e l'esaminatore e un monologo del candidato. Entrambe le prove vengono registrate e inviate al Centro Cils per posta elettronica.

Descrizione della prova B1 Scarica qui il documento allegato

Descrizione della prova orale:

contenuti esame orale

CARATTERISTICHE DEGLI ESAMI CELI B1

GLI ESAMI SONO ESCLUSIVAMENTE PRESENZIALI.

Il candidato deve aver sviluppato abilità linguistiche tali da sapersi gestire in situazioni ampiamente prevedibili della vita sociale e lavorativa in un contesto dove ci si esprima in italiano.
Al livello B1 i candidati sono in grado di interagire nell’ambito di situazioni ed argomenti familiari e di loro interesse. Sono altresì in grado di esprimere in modo semplice sogni e speranze, esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni.

 

 


2130