Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Differenze fra il B1 tradizionale e il nuovo B1 cittadinanza

 

Differenze fra il B1 tradizionale e il nuovo B1 cittadinanza

Con le nuove norme in materia di cittadinanza, per ottenere la cittadinanza italiana per matrimonio con cittadino/a italiano/a è necessario superare l'esame di livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER).

Il Centro CILS ha creato una nuova variante del livello B1 che ha denominato "B1 Cittadinanza" che serve solo per coloro che richiedono la cittadinanza italiana e non hanno altri scopi. Infatti non copre scopi lavorativi, accademici, ecc. Per esempio, se l'interessato volesse presentarsi a un concorso di lavoro per cui si richieda la certificazione di conoscenza della lingua di livello B1, questo tipo di esame non gli servirà a nulla. SOLO ai fini della richiesta della cittadinanza il B1 e il B1 cittadinanza hanno lo stesso VALORE.

Rispetto all’esame CILS B1, il B1 cittadinanza presenta una struttura revisionata che prevede un numero minore di prove, una durata minore per lo svolgimento delle stesse (n. 2 ore).
Il formato del test è composto da 2 prove di Comprensione dell'Ascolto, 2 prove di comprensione della lettura, 2 Produzioni scritte e 2 produzioni orale.

Nota Bene: Su questo livello non è consentita la "capitalizzazione" come succede normalmente con il resto dei livelli: se l'esame non è superato in qualche abilità, non si potrá recuperare nulla. Si dovrà sostenere di nuovo tutto l'esame in una sessione successiva. Invece ai candidati che si iscrivolo all'esame B1 tradizionale (sia per la cittadinanza che per altri motivi) e che non ottengono la sufficienza in tutte le abilità viene rilasciato un attestato di capitalizzazione, nel quale sono indicate le abilità superate e quelle non superate. In quest'ultimo caso il candidato dispone di 18 mesi per preparasi adeguatamente per recuperare le abilità in cui ha fallito, pagando in quel momento solo le tasse relative a queste parti.

Per iscriversi basta presentarne la domanda di partecipazione nella nostra sede. Le date di esame possono sono consultabili nel seguente link.

Sia il B1 che il B1 cittadinanza sono esami PRESENZIALI. Non possono farsi in maniera remota.

La tassa di esame è di 100 euro, in Italia e all'estero.

 

IMPORTANTE

Ai fini di completare la pratica di richiesta della cittadinanza per matrimonio, l'attuale normativa impone che il richiedente sia in possesso di una certificazione internazionale di conoscenza della lingua italiana di almeno livello B1. Pertanto, il richiedente non è costretto a sostenere l'esame B1 Cittadinanza: infatti può perfettamente scegliere qualsiasi delle due opzioni.

Ai fini della cittadinanza non c'è nessuna differenza fra il livello tradizionale B1 e il nuovo B1 Cittadinanza, una proposta recente dell'Università per Stranieri di Siena, approvata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

 




2445