Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Contributi per visite di ricercatori, docenti, esperti, personalità della cultura e operatori culturali

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) sostiene e incentiva lo svolgimento di missioni all’estero e in Italia, da parte, rispettivamente, di ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani e stranieri.

Obiettivo principale del finanziamento è favorire lo sviluppo di partenariati strategici, progetti culturali e scientifici fra istituzioni straniere e italiane nel medio e nel lungo periodo.

Chi può richiedere il contributo?
– Ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali stranieri e italiani residenti all’estero invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali italiane per ragioni di studio o di ricerca;

– Ricercatori, docenti, esperti, personalità e operatori culturali italiani e stranieri residenti in Italia da almeno due anni invitati a trascorrere un periodo di permanenza presso istituzioni universitarie o culturali straniere per ragioni di studio o di ricerca.

A quanto ammonta il contributo?
Il contributo consiste in un importo forfettario giornaliero onnicomprensivo per un massimo di 10 giorni, di cui 250 euro al giorno per permanenze fino a 5 giorni più 50 euro al giorno dal sesto fino al decimo giorno di permanenza all’estero o in Italia, per un valore di massimo 1.500 euro a missione. Al fine di incentivare la cooperazione con alcuni Paesi strategici e lontani in termini geografici e i cui costi di trasporto risultano essere più onerosi, quali i Paesi dell’Asia, dell’Africa e delle Americhe, sono previsti dei contributi pari a 350 euro al giorno per permanenze fino a 5 giorni più 250 euro al giorno dal sesto fino al decimo giorno nella misura massima di 3.000 euro a beneficiario. L’Amministrazione si riserva di modificare la lista delle suddette aree.

Ai fini del conteggio, sono da includere solo i giorni di effettivo svolgimento di attività culturali e/o di ricerca.

Si precisa che l’invito all’estero non potrà essere vincolato all’erogazione del contributo da parte del MAECI e che non saranno ammessi rimborsi per viaggi che non avvengano in classe economica.

Il pagamento del contributo avverrà a missione ultimata dietro presentazione della relazione finale di attività, del certificato rilasciato dall’istituzione ospitante di permanenza e dei titoli di viaggio, compatibilmente con le risorse disponibili.

A chi inviare la domanda?
 La domanda va presentata all’Istituto Italiano di Cultura ( indirizzo e-mail borsedistudio.iicbuenosaires@esteri.it ) e all’Unità di Coordinamento per gli IIC (indirizzo e-mail dgdp.unic.cap2619@esteri.it )

Quali documenti deve includere la domanda?

La domanda deve includere i seguenti documenti:

All. 1 Dichiarazione sostitutiva di certificazione (vedi file)
All. 2 Lettera dell’istituzione universitaria o culturale italiana con cui si è stati invitati a soggiornare in Italia
All. 3 Lettera di accettazione dell’invito
All. 4 Curriculum vitae
All. 5 Copia di un documento di identità in corso di validità
All. 6 Informativa sul trattamento dei dati personali firmata per accettazione (vedi documento allegato)
All. 7 Modulo contenente i dati anagrafici e le coordinate bancarie del beneficiario, da redigere e inviare esclusivamente in formato Word. Non saranno accettati documenti salvati in altri formati (vedi documento allegato)
All.8 Certificato di permanenza rilasciato dall’Ente ospitante
All. 9 Eventuale ulteriore documentazione utile

 

Si richiama l’attenzione sul fatto che verranno accettate unicamente richieste di contributo da richiedenti che siano titolari di un invito ufficiale da parte di un’istituzione universitaria o culturale, preferibilmente nell’ambito di Accordi e Programmi Esecutivi di Cooperazione Culturale bilaterale vigenti.

I contributi saranno erogati a seguito della valutazione effettuata dall’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires e dagli uffici centrali competenti, in base ai seguenti criteri:

  • curriculum del richiedente;
  • possibili ricadute di medio e lungo termine della missione in termini di sviluppo di progetti culturali o scientifici e partenariati fra istituzioni italiane e straniere;
  • prestigio delle istituzioni culturali coinvolte;
  • principio di rotazione fra i beneficiari dei contributi;
  • conformità della missione alle priorità geografiche e tematiche individuate dalla Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale;
  • esistenza di un programma esecutivo di cooperazione culturale in vigore fra l’Italia e il Paese straniero di riferimento.

È necessario redigere una relazione finale?
I beneficiari del contributo dovranno inviare all’Ufficio (IIC) a cui hanno presentato la domanda una relazione sull’attività svolta entro i termini indicati.

Come viene erogato il contributo?
I contributi saranno erogati tramite bonifico sul conto bancario dell’interessato.

Scadenze
In considerazione dei tempi necessari per la disposizione del pagamento alla Sede competente, le domande  – corredate dalle necessaria documentazione comprensiva della relazione finale di avvenuta missione -dovranno pervenire via mail all’indirizzo IIC Borse Di Studio borsedistudio.iicbuenosaires@esteri.it e con copia dgdp.unic.cap2619@esteri.it entro e non oltre il 07 novembre 2024.

Si segnala, inoltre, che non sarà possibile prevedere l’erogazione di contributi per missioni che avranno luogo oltre tale data.